Ultime Notizie
Home » Rassegna stampa » La città della carta sempre più smart – Il Messaggero

La città della carta sempre più smart – Il Messaggero

La città della carta sempre più smart turismo e servizi: ecco la app “Nauta”

Tutti i segreti del territorio a portata di cittadini e ospiti

Innovativa App multilingua per il turismo e per la diffusione dei servizi del territorio. Si chiama Nauta ed è già attiva a Fabriano. «Potrà contribuire a rendere la nostra città sempre più smart, incrementando il turismo, ma anche fornendo servizi utili nel campo delle informazioni della Pubblica amministrazione», il commento dell’assessore fabrianese al Software, Mario Paglialunga. L’applicazione, a cura della fondazione SmartCity, è presente in città grazie al fattivo contributo della Fondazione Carifac, presieduta da Guido Papiri. «Solo scaricando Nauta si può accedere all’architettura Be.T. App. (Beacons to App) dolce connubio tra bellezza ambientale e Hi-tech dove la tecnologia permette ai navigatori di gustare i segreti del territorio. Ognuno diventerà il cicerone di se stesso, dei suoi spostamenti e delle sue attività. Grazie a Nauta, viaggiando all’interno di una campana bluetooh, si avrà una lente di ingrandimento sulle informazioni del luogo messe a disposizione dal Comune», ha spiegato Sante Tombolini della Fondazione SmartCity. La campana sarà attivata da dei beacons, delle antenne bluetooh, posizionati sul territorio dal Comune, ognuno specializzato ad attivare un particolare messaggio multimediale. Quando un dispositivo mobile (smartphone, tablet, ecc… ) attraverserà la campana, l’App presenterà i contenuti multimediali (testo, immagini, video, audio) in base alla posizione del visitatore. Nauta catturerà le notifiche dei beacons anche se l’App non è aperta o se è disattivata la ricezione dei messaggi, per motivi di privacy, rimandando la consultazione in un secondo momento.

In base alla posizione Nauta proporrà anche percorsi tematici costituiti da un insieme di tappe per rendere particolare l’itinerario. Una volta raggiunta l’informazione, l’utente avrà a disposizione una galleria fotografica, una descrizione e delle icone che rappresentano servizi. Con l’icona del telefono si potrà telefonare direttamente, con quella della navigazione si attiverà il percorso per raggiungere il luogo, con il simbolo del carrello si potrà comprare o prenotare attivando l’e-Commerce associato. L’app è stata già sperimentata in città in occasione della mostra Da Giotto a Gentile. “Ad oggi- hanno dichiarato Papiri e Paglialunga – sono stati inseriti quattro punti a Fabriano: Pinacoteca, San Domenico, Sant’Agostino e San Venanzio. Ma il proposito è di inserire altri siti». A testimonianza degli sviluppi multiuso di Nauta, giovedì la Fondazione SmartCity incontrerà le associazioni di categoria «per allargare il progetto anche nel settore commerciale. Non solo – ha concluso Paglialunga – cercheremo di rendere fruibile su Nauta anche le informazioni della Pubblica amministrazione e della Protezione civile”.

Il Messaggero 03/02/2015

Messaggero-030215