Ultime Notizie
Home » Rassegna stampa » Nauta guida ai tesori – Corriere Adriatico

Nauta guida ai tesori – Corriere Adriatico

Il cellulare fa da cicerone
E’ Nauta la guida ai tesori

Presentata ieri “Nauta”, una innovativa applicazione multilingua per il turismo e per la diffusione dei servizi del territorio fabrianese. Lancio promosso dalla Fondazione Carifac, dal Comune di Fabriano e dalla Fondazione SmartCity che ha materialmente programmato l’applicazione. Una città proiettata nel futuro quindi secondo gli ideatori dell’applicazione per gli “smart device” (telefonini di ultima generazione e tablet), in grado di ricevere notizie sulla città senza l’obbligo di una connessione internet. Soddisfatto di questa nuova applicazione l’Assessore al software libero Mario Paglialunga, che ha ricordato l’importanza delle nuove tecnologie per rilanciare il territorio dal punto di vista turistico. “Stiamo cercando di ripensare la città, di darle un nuovo slancio economico seguendo la spinta della mostra Da Giotto a Gentile – ha sostenuto l’Assessore fabrianese -. Serve quindi una città accogliente, pronta anche grazie alle nuove tecnologie”. Una possibilità concreta per far conoscere anche ai fabrianesi tesori ignoti, così come ha sostenuto il presidente della Fondazione Carifac Guido Papiri sottolineandone l’attualità e le possibilità di attrarre i turisti nella città della carta. Dopo aver scaricato gratuitamente l’applicazione “Nauta” dagli store digitali (in arrivo anche per i telefoni Windows) si potrà accedere attraverso una particolare architettura software che permetterà ai navigatori di conoscere in maniera più approfondita i segreti del territorio. “Attraverso l’utilizzo di questa applicazione riusciremo a far crescere le città a misura d’uomo -ha spiegato l’Ingegnere Sante Tombolini della Fondazione Smartcity- ognuno diventerà il cicerone di se stesso, dei suoi spostamenti e delle sue attività all’intemo della città. Grazie a Nauta, si viaggerà sotto una campana bluetooh: praticamente una lente di ingrandimento sulle informazioni del luogo messe a disposizione dal Comune”. L’area coperta dalla campana bluetooth sarà attivata da alcune piccole antenne (chiamate beacons) che sono state disposte in 23 aree della città della carta che indicheranno al momento quattro punti di interesse: San Domenico, Sant’Agostino, San Venanzio e la Pinacoteca civica “Bruno Molajoli”. Attenzione che non sarà solo turistica, dato che giovedì la fondazione Smart City incontrerà i commercianti ed artigiani fabrianesi. In base alla posizione Nauta proporrà anche percorsi tematici costituiti da un insieme di tappe per rendere particolare il tuo itinerario. L’applicazione ha inoltre un menù per la navigazione manuale, dove l’utente avrà a disposizione una galleria fotografica, una descrizione e delle icone che rappresentano servizi. Con l’icona del telefono si potrà telefonare direttamente, con quella della navigazione si attiverà il percorso per raggiungere il luogo, con il simbolo del carrello si potrà comprare o prenotare attivando l’eCommerce associato.

Corriere Adriatico 03/02/2015

Articolo Corriere Adriatico